Procedura

Svolgimento della procedura di conciliazione

Svolgimento della procedura di conciliazione

1. Condizioni preliminari da soddisfare

I clienti di fornitori di servizi di telecomunicazione o a valore aggiunto possono rivolgersi all'Organo di conciliazione nel caso di controversie in materia di diritto civile.

La/il cliente deve aver dimostrato in modo attendibile di aver tentato di trovare un accordo con il fornitore di servizi di telecomunicazione o di servizi a valore aggiunto. L'ultimo contatto con la controparte non deve risalire a un lasso di tempo superiore a 12 mesi. Inoltre, la richiesta non deve essere manifestamente abusiva, né un tribunale ordinario o un collegio arbitrale deve occuparsi della medesima questione.

La procedura di conciliazione si svolge di regola per iscritto. Se la controversia tramite la procedura scritta non può essere appianata e le circostanze le giustificano, le parti possono essere invitate dall'Organo di conciliazione a partecipare a una trattativa orale. Tuttavia, né la/il cliente né il fornitore interessato hanno il diritto di esigere una trattativa orale.

2. Compilare il formulario

Le richieste di conciliazione sono accettate unicamente se è stato compilato in modo completo l'apposito formulario. Il formulario può essere scaricato online sotto Richiesta di conciliazione. Può richiedere una versione stampata a:

Organo di conciliazone delle telecomunicazioni
Bundesgasse 26
3011 Berna
Telefono 031310 11 77
Fax 031 310 11 78

Le nostre linee telefoniche sono aperte dalle ore 9h00 alle ore 13h00.

L'Organo di conciliazione non accetta richieste incomplete e invita il cliente a correggerle e/o a completarle entro un termine determinato. In mancanza di una richiesta completa, la procedura di conciliazione non potrĂ  essere avviata.

La spesa procedurale a carico delle/dei clienti che contattano l’Organo di conciliazione ammonta a CHF 20.-. Nel caso di procedure di conciliazione fatte avviare abusivamente, l’ufficio di conciliazione può richiedere una tassa pari ad un massimo di CHF 500.- (questa viene calcolata sulla base del dispendio lavorativo generato).



3. Avvio della procedura di conciliazione

Dopo aver ricevuto il formulario di conciliazione compilato in tutte le sue parti, l'Organo di conciliazione verifica la richiesta presentata e la inoltra al fornitore di servizi di telecomunicazione e/o di servizi a valore aggiunto interessato/i, affinché questi passa prendere una posizione in merito entro 20 giorni. Dopo aver ricevuto la presa di posizione del fornitore, l'Organo di conciliazione elabora una proposta di conciliazione.

I fornitori di servizi di telecomunicazione o di servizi a valore aggiunto interessati sono liberi di contattare direttamente le/i clienti durante la procedura di conciliazione per trovare una soluzione. Se la/il cliente concorda con la proposta presentata dal fornitore, può ritirare la richiesta di conciliazione inoltrata presso l'Organo di conciliazione. Il procedimento viene quindi archiviato in seguito al ritiro. Se il problema non è stato risolto competamente o dovesse ripresentarsi, è possibile rivolgersi nuovamente all'Organo di conciliazione e avviare una nuova procedura di conciliazione.

4. Proposta di conciliazione e conclusione della procedura

Se la/il cliente e il fornitore di servizi di telecomunicazione o di servizi a valore aggiunto concordano con la proposta e la sottoscrivono entrambi, la conciliazione si conclude con un accordo. La procedura viene conclusa anche quando una o entrambe le parti non accettano la proposta di conciliazione. Ugualmente, la procedura di conciliazione può essere conclusa con il ritiro della richiesta di conciliazione.

Quando le due parti accettano la soluzione proposta dal conciliatore (ombudsman) e firmano l'accordo corrispondente, l'Organo di conciliazione conclude la procedura. Se l’una o l'altra parte non firmano la proposta di conciliazione, ombudscom ne constata il fallimento e termina la procedura.

La procedura di conciliazione può inoltre essere conclusa tramite il riconoscimento dei diritti del cliente, il riconoscimento dei diritti del fornitore di servizi di telecomunicazione o a valore aggiunto, nonché da un riconoscimento reciproco o dal ritiro della richiesta di conciliazione.