1. Condizioni preliminari da soddisfare

Possono rivolgersi a ombudscom i clienti dei fornitori di servizi di telecomunicazione o a valore aggiunto. L’ufficio di conciliazione tratta unicamente le controversie di diritto civile tra un fornitore di servizi di telecomunicazione o a valore aggiunto e una persona fisica o una persona giuridica.

Oltre ad una descrizione dei fatti, vi chiediamo di dimostrare di aver tentato, per iscritto e senza successo, di trovare un accordo con il fornitore interessato. A tal fine, potete allegare alla vostra richiesta tutti i documenti necessari che possono attestare quanto sostenuto. Inoltre, questa stessa controversia non deve essere oggetto di un’altra procedura giudiziaria dinanzi a un’altra autorità.

Invitiamo le parti interessate ad astenersi da qualsiasi contatto che riguardi la vertenza in questione, finché la procedura di conciliazione non sarà terminata. Un contatto, se necessario, può essere stabilito solo tramite ombudscom.

2. Compilare il formulario

Le domande per la richiesta di conciliazione vengono accettate unicamente se il formulario per la richiesta di conciliazione è stato compilato in modo completo. Il formulario può essere scaricato online qui:
Richiesta di conciliazione.

Puio richiedere una versione stampata a:

Organo di conciliazone delle telecomunicazioni
Bundesgasse 26
3011 Berna
Telefono 031310 11 77
Fax 031 310 11 78

Le linee telefoniche sono aperte dalle ore 9 alle ore 13.

L'organo di conciliazione non accetterà richieste incomplete e inviterà il cliente a correggere e/o completare la richiesta presentata entro un termine determinato. In mancanza di una richiesta completa, la procedura di conciliazione non potrà essere avviata.



3. Verifica della richiesta e comunicato

Dopo aver ricevuto il formulario di conciliazione compilato in tutte le sue parti, l'Organo di conciliazione verifica la richiesta presentata e la inoltra al fornitore di servizi di telecomunicazione e/o di servizi a valore aggiunto interessato/i, affinché questi passa prendere una posizione in merito entro 20 giorni. Dopo aver ricevuto la presa di posizione del fornitore, l'Organo di conciliazione elabora una proposta di conciliazione.

Se la/il cliente e il fornitore di servizi di telecomunicazione o di servizi a valore aggiunto concordano con la proposta e la sottoscrivono entrambi, la conciliazione si conclude con successo. La procedura viene conclusa anche quando una o entrambe le parti non accettano la proposta di conciliazione. La procedura di conciliazione può inoltre essere conclusa con il ritiro della richiesta di conciliazione (stralcio dal ruolo).

Se non è possibile chiarire il caso per iscritto, e le circostanze lo impongono, ombudscom può convocare la parti per una trattativa orale. Tuttavia, né il cliente né il fornitore di servizi di telecomunicazione e/o di servizi a valore aggiunto hanno diritto ad una trattativa orale.

4. Proposta di conciliazione e conclusione della procedura

Se la/il cliente e il fornitore di servizi di telecomunicazione o di servizi a valore aggiunto concordano con la proposta e la sottoscrivono entrambi, la conciliazione si conclude con successo. La procedura viene conclusa anche quando una o entrambe le parti non accettano la proposta di conciliazione. Ugualmente, la procedura di conciliazione può essere conclusa con il ritiro della richiesta di conciliazione.

Quando le due parti accettano la soluzione proposta dal conciliatore (ombudsman) e firmano l'accordo corrispondente, l'Organo di conciliazione conclude la procedura. Se l’una o l'altra parte non firmano la proposta di conciliazione, ombudscom ne constata il fallimento e termina la procedura.

La procedura di conciliazione può inoltre essere conclusa tramite il riconoscimento dei diritti del cliente, il riconoscimento dei diritti del fornitore di servizi di telecomunicazione o a valore aggiunto, nonché da un riconoscimento reciproco o dal ritiro della richiesta di conciliazione.