Attenzione in caso di soggiorni all'estero

In caso di soggiorni all'estero, un apparecchio di telefonia mobile provvisto di un abbonamento svizzero deve sempre essere utilizzato con prudenza. A confronto con le tariffe sul territorio nazionale, infatti, i costi per gli SMS, MMS per la telefonia e l'utilizzo di internet (consultazione delle e-mail, scaricare applicazioni ecc.) sono notevolmente più elevati. Se l'utilizzo di dati è necessario, per ragioni private o professionali, si consiglia di consultare il sito internet del fornitore. È inoltre consigliabile acquistare un'opzione aggiuntiva per la navigazione e le telefonate all'estero. In questo modo i pacchetti di dati scaricati vengono fatturati con una tariffa ridotta. Se il cliente viaggia spesso nello stesso Stato può risultare più sensato se il cliente stipula con un fornitore del posto un abbonamento supplementare così da poter usufruire della tariffa locale. Un'altra possibilità è quella di disattivare manualmente il servizio dati sul proprio smartphone. Se dovessero sussistere problemi al riguardo, si consiglia al cliente di rivolgersi ad un negozio di rivendita del fornitore prima del soggiorno all'estero e di farsi spiegare la modalità di disattivazione del servizio di trasferimento di dati.

Informazioni sulle tariffe all'estero

Mediante un SMS contenente le tariffe di roaming il fornitore deve informare tempestivamente il cliente al momento del soggiorno all'estero. L'SMS deve informare immediatamente il cliente in modo gratuito e comprensibile sulle tariffe massime applicate. In particolare devono figurare informazioni sui costi per le chiamate in Svizzera, per le chiamate in entrata, per le chiamate sul posto, per l'invio di SMS e per la trasmissione dei dati, compreso l'invio di MMS. In questo modo si possono prevenire costi elevati indesiderati.

Il fornitore non ha un obbligo legale di informare il cliente sulle tariffe maggiorate in ragione del roaming. Alcuni fornitori contattano tuttavia il cliente non appena le tariffe roaming hanno raggiunto un certo limite e bloccano la linea telefonica. L'ombudsman consiglia il cliente di informarsi presso il fornitore in riguardo a tale servizio.

Costi per l'utilizzo della combox all'estero

Non solo i servizi di trasferimento dati, ma anche le registrazioni sulla combox possono condurre a costi elevati se si riceve una chiamata trovandosi all'estero. Il cliente non solo paga per l'ascolto del messaggio, ma anche per la durata della registrazione sulla combox da parte del chiamante e tutto ciò al prezzo della tariffa all'estero. È più economico pertanto disattivare momentaneamente la combox. Ciò può essere richiesto dal cliente alla hotline del fornitore oppure disporre la disattivazione direttamente sull'apparecchio telefonico.