Premessa della Presidente del Consiglio di fondazione

Il 2020 è stato segnato dalla pandemia e dallo sviluppo di una strategia per Ombudscom. Dopo più di dieci anni di esistenza e ora di nuovo al completo, il Consiglio di fondazione si è chiesto se è ancora adeguatamente preparato alla luce degli sviluppi del mercato delle telecomunicazioni e dei servizi a valore aggiunto in Svizzera e se si occupa delle questioni rilevanti. In occasione di un workshop tenutosi in settembre, i membri del Consiglio di fondazione, insieme all'Ombudsman, hanno riflettuto nel corso di un’intera giornata a Berna, sotto la guida del Signor Hans-Rudolf Wenger di CD-Solutions, in merito allo scopo di elaborare una nuova strategia per ombudscom, come previsto anche dal Regolamento della fondazione. Sei orientamenti strategici e dieci obiettivi sono stati definiti per un periodo che si protrae dal 2021 al 2025. Nei prossimi anni, ombudscom chiarirà il suo mandato, le esigenze e le preoccupazioni dei consumatori, così come le questioni relative al finanziamento, e approfondirà il suo lavoro nei settori dell'informazione, della comunicazione e dello sviluppo del personale.

Come nei due anni precedenti, il numero di casi e richieste è nuovamente diminuito. Questo è incoraggiante nella misura in cui si può supporre che i fornitori di servizi di telecomunicazione prendono sul serio le preoccupazioni dei loro clienti e sono accomodanti nel risolvere i problemi. Tuttavia, ci sono stati anche fornitori di servizi di telecomunicazione e a valore aggiunto che non hanno partecipato alla procedura di conciliazione nonostante l'obbligo legale. Ciononostante, l'Organo di conciliazione ha svolto i compiti che gli sono stati imposti dagli Statuti, dal Regolamento della fondazione e dal Contratto di diritto amministrativo con motivazione e grande impegno. Al fine di raggiungere ancora più efficienza nel contenimento dei costi, si è trasferito in un ufficio più piccolo e ha provveduto a delle correzioni nell'ambito del personale. Il Consiglio di fondazione desidera ringraziare l'Ombudsman e il suo team per il loro efficiente lavoro svolto con competenza, e questo, in tempi di pandemia da Covid-19, che ha richiesto uno sforzo supplementare a tutti i dipendenti.

In seguito alla revisione della legge sulle telecomunicazioni, approvata dal Parlamento, il Consiglio federale ha modificato diverse ordinanze. Oltre alle innovazioni tecniche, la posizione dei consumatori, per esempio nel campo del telemarketing o del roaming, è stata rafforzata.

Corina Casanova

Fondazione ombudscom | Spitalgasse 14 | CH-3011 Berna | T: +41 31 310 11 77 (nei giorni lavorativi dalle 9h00 alle 13h00) | F: +41 31 310 11 78 | Colophon | Protezione dei dati