Fatture bimensili nel caso di importi della fattura esigui

Spesso nel caso di somme esigue nella fatturazione mensile i fornitori ne mutano le modalità, inviando la fattura ogni due mesi. Questo cambiamento viene comunicato ai clienti con la fattura mensile precedente. Di conseguenza i clienti possono usufruire dei servizi per due mesi e saldarli dopo questo periodo. Il dispendio del cliente, quello del fornitore e non per ultimo il consumo di carta possono così essere diminuiti. Su richiesta, il cliente deve tuttavia avere la possibilità di ottenere le fatture mensilmente. La richiesta può essere comunicata al fornitore anche tramite una chiamata alla hotline.

I termini di pagamento devono essere rispettati

Il termine di pagamento usuale è di 30 giorni anche se tale termine non è stabilito dalla legge stessa. Il cliente ha l'obbligo di saldare le fatture entro la data di scadenza del prezzo pattuita sebbene non esistano disposizioni legali che prevedano un tale termine. Nel caso di mancato pagamento le CG del fornitore prevedono di regola la possibilità di inviare solleciti, il blocco della linea, la disdetta del contratto così come procedure di recupero credito.

Le pretese dell'ufficio di recupero crediti sono lecite, tuttavia...

Nel caso di ritardo nel pagamento delle fatture, il fornitore ha la possibilità di cedere la pretesa ad una società di recupero cediti. Accettando le CG al momento della conclusione del contratto, il cliente ha acconsentito a questo modo di procedere. Le società di recupero crediti esigono il pagamento della somma arretrata e regolarmente fatturano tasse aggiuntive, come per esempio, i costi per l'indagine sull'indirizzo, interessi di mora o il danno di mora. Quest'ultimo non viene tuttavia accettato né dalla dottrina né dalla giurisprudenza e pertanto non deve automaticamente essere saldato dal cliente. L'ombudsman consiglia di trovare una soluzione conciliatoria con il fornitore prima che questi ricorra ad un ufficio di recupero cediti, per esempio stipulando un contratto a pagamento rateale.